• Via A. Costa 2, Porto San Giorgio (FM)
 

Viaggio alla scoperta delle Marche Pagane

Viaggio alla scoperta delle Marche Pagane

Simboli di antichi culti nascosti tra le mura degli edifici cristiani

Nulla di ciò che appare è come sembra. Pensereste mai che una chiesa possa celare al suo interno un tempio romano? O che sotto la superficie di un’intera città ne esista una gemella al negativo ricca di statue di divinità pagane? Credereste, infine, che una statua della Madonna non sia in realtà dedicata alla madre di Cristo ma alla Dea Floris? Ebbene sì, è tutto vero. Potete pensarlo perché, soprattutto nella provincia di Ancona, si snoda un interessante itinerario dedicato alla presenza dei luoghi del culto pagano, ben nascosti agli occhi di tutti seppur in bella vista. Tra le tante religioni precristiane che hanno attraversato i secoli e la regione, la più diffusa, e quella di cui è arrivato il maggior numero di tracce fino ai giorni nostri, è sicuramente il Mitraismo, un culto che si accosta molto al Cristianesimo. L’Abbazia benedettina della Santa Croce nei pressi di Sassoferrato (AN) è uno tra i luoghi più ricchi di simboli mitraici presenti in terra marchigiana. La struttura odierna è stata commissionata dai conti Atti, gli antichi Signori di Sassoferrato, ed ingloba  al suo interno, celandolo agli occhi dei passanti, un antico tempio dedicato al dio precristiano Mitra. Tutte le decorazioni, infatti, sono state ricavate da quelle preesistenti provenienti dal mitreo e “cristianizzate” trasponendo il simbolismo dal significato pagano a quello cristiano. Nell’abbazia è possibile ammirare: una bellissima statua di Mitra, un bassorilievo in cui è raffigurato il dio nell’atto di uccidere un Toro (scena che rappresenta la rinascita della natura) e numerosi capitelli caratterizzati dal simbolismo legato sia al culto in questione sia alla rappresentazione grafica degli esponenti più importanti della società di allora, nonché molte storie legate all’astrologia. Le altre chiese che celano all’interno antichi templi pagani sono la chiesa di Santa Maria del Piano, edificata sopra un tempio romano, e il Duomo di San Leopardo, sul cui terreno anticamente sorgeva un tempio dedicato ad Esculapio ed Igea. Cambiando luogo e trasferendosi dalla superficie al sottosuolo, secondo il principio del “ciò che sta in basso sta in alto”, sempre nella provincia di Ancona esistono ben due città sotterranee ricche di misteri: Camerano ed Osimo al negativo. La prima è un mondo nascosto e tutt’oggi ancora da esplorare poiché mancano all’appello alcune grotte mai aperte. Gli ambienti accessibili ai visitatori sono ricchi di simboli, bassorilievi ed incisioni, nicchie, colonne, volte ed ampie sale che nell’antichità erano adibite a templi, tra cui annoveriamo: il tempio Camerone ed il tempio Grotta, con sole e luna dedicati al culto del Dio Mitra e il tempio Grotta dei Trionfi, nel quale si riunivano i membri degli antichi ordini cavallereschi, il tempio massonico della grotta Corraducci, la sala dell’Ankh egizio, in stretto rapporto simbolico e spirituale con il percorso iniziatico massonico correlato ai culti egizi ed infine le chiese gemelle e le chiese orientate a nord ed a est. Simile per struttura sotterranea e presenza di cunicoli, ma diversa nella forma e nel significato, anche Osimo esiste in forma sotterranea. Le 88 grotte scoperte fino ad oggi si snodano per 9 chilometri e corrispondono a luoghi cittadini importanti tra cui il palazzo Campana, il palazzo Riccioni, il palazzo Simonetti e la piazza Matteotti. Gli antri sottostanti questi luoghi sono particolarmente affascinanti poiché le loro pareti sono ricchissime di simbolismi, alcuni facilmente riconducibili a significati religiosi, altri ancora avvolti dal mistero. Tra le grotte sicuramente la più rilevante è quella “Proibita”, dedicata al culto del Dio Mitra, che presenta una struttura a pianta circolare con elementi architettonici caratteristici del mitreo romano.  

Il culto del Sole e della dea madre diffuso nel sud delle Marche

Nella provincia di Ascoli Piceno c’è un piccolo paese situato sulle colline che deriva il suo nome dalla divinità alla quale era dedicato il locale tempio pagano. La dea in questione è conosciuta come Floris ed il paesino che ne deriva il nome è Montefiore, la cui etimologia è riconducibile appunto al latino Mons Floris. Nella chiesa di Santa Lucia, in corrispondenza della cappella dedicata a Sant’Antonio da Padova, è possibile ammirare la statua della Madonna Nera. L’effigie a prima vista sembra dedicata alla famosa Madonna di Loreto, ma in realtà  rappresenta la Dea Floris: essa, infatti, è un reperto sopravvissuto ai secoli in quanto quella che oggi è una chiesa cristiana, un tempo era un tempio pagano. Un’altra statua della Madonna Nera, simboleggiante il culto pagano e non quello cristiano, è custodita nel Monastero di Santa Chiara a Treia. Il paese stesso, infatti, deriva il suo nome da Trea, la Grande Madre. I reperti presenti nel territorio non sono soltanto legati alle tradizioni religiose autoctone, ma anche, con grande stupore degli scopritori, sono state rinvenute, durante la demolizione dell’originaria chiesa del SS. Crocifisso, numerose statuette di origine egizia, la maggior parte delle quali relative al culto di Iside ed esposte oggi presso il museo archeologico di Treia. In ultimo, molto affascinante è la storia realmente accaduta della Città del Sole, un villaggio ideale progettato e concepito dai Medici, il cui progetto non è stato mai compiuto a causa del trionfo delle forze della natura sull’uomo. Si narra che nel costruirlo siano morte centinaia di persone e per questo motivo il luogo sarebbe maledetto. Ancora oggi, dopo circa cinque secoli, è possibile ammirare i resti dell’impresa miseramente fallita, ricordando all’uomo che nulla può contro le forze, un tempo divinizzate, della natura.

Vuoi ricevere le nostre offerte?

Iscriviti alla Newsletter e resta aggiornato

Informativa per il servizio newsletter offerto da questo sito

I Titolari del trattamento dei dati forniti dall'interessato per l'iscrizione al servizio newsletter con contenuto commerciale, HELLO VACANZE S.r.l. con sede in Via Andrea Costa, 2 - 63822 Porto San Giorgio (FM) e SVILUPPO TURISMO ITALIA S.r.l. unipersonale con sede in Via Andrea Costa, 2 - 63822 Porto San Giorgio (FM) forniscono le seguenti informazioni circa il trattamento di tali dati.
Ai sensi dell'art 13 del D.Lgs. 30 giugno 2003, n.196 – Codice in materia di protezione dei dati personali – (di seguito "Codice") e dell'Art. 13 del Regolamento UE 2016/679 ("Regolamento") desideriamo informarLa che i Suoi dati personali, liberamente conferiti, mediante la compilazione del presente form saranno utilizzati per l'invio della nostra mailing periodica.
Il conferimento si rende necessario per l'iscrizione richiesta. Il mancato conferimento dei dati comporterà l'impossibilità di aderire al servizio.

Finalità del trattamento dei dati trattati

I dati personali forniti volontariamente dagli utenti saranno trattati esclusivamente per l'invio di mail contenenti offerte commerciali e, con separato consenso da esprimersi nelle pagine dedicate contestualmente a richiesta di offerte e preventivi, per l'analisi delle Sue scelte di consumo al fine di poterLa servire al meglio.

Chi tratterà i Suoi dati

Potranno venire a conoscenza di tali dati i soggetti autorizzati al trattamento di HELLO VACANZE S.r.l., preposti alla gestione del servizio newsletter, e di SVILUPPO TURISMO ITALIA S.r.l. unipersonale.
I Suoi dati saranno trattati con modalità manuali, informatiche e/o telematiche e non saranno né comunicati né diffusi ulteriormente a quanto specificato nella presente informativa.
Specifiche misure di sicurezza sono comunque sempre osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
La informiamo che per l'invio della newsletter viene utilizzata la piattaforma informatica MailUp di proprietà di MailUp S.p.A., con sede legale in Viale Francesco Restelli 1 - 20124 Milano (MI), Codice Fiscale e Partita IVA 01279550196 (o outsourcer).
Sui server direttamente gestiti dall'outsourcer verrà memorizzato il Suo indirizzo email. MailUp tutela gli invii effettuati per tramite della Sua piattaforma con una policy disponibile al link: https://www.mailup.it/risorse-mailup/strategia/privacy-email-marketing/.

Qual è la base giuridica del trattamento dei suoi dati?

I dati che ci fornisce per l'iscrizione alla newsletter vengono trattati in base al Suo consenso.

Come vengono trattati i suoi dati e per quanto tempo?

I dati personali sono trattati per l'invio delle comunicazioni a mezzo mail con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.
I dati trattati per le finalità commerciali di cui alla presente informativa, saranno conservati fino all'eventuale revoca del Suo consenso al trattamento dei dati personali e comunque per non oltre due anni.
I dati trattati per le finalità di profilazione di cui alla presente informativa, saranno conservati fino all'eventuale revoca del Suo consenso al trattamento dei dati personali e comunque per non oltre un anno.
In qualsiasi momento dall'adesione al servizio, Lei potrà interrompere gli invii delle stesse utilizzando l'apposita funzionalità, presente in ogni comunicazione e-mail.
Da quel momento in poi, non riceverà tale tipologia di comunicazioni a meno che non si proceda volontariamente ad una nuova iscrizione.
Al momento della revoca del consenso, anche se espresso precedentemente alla scadenza del termine di conservazione dei dati raccolti per tali finalità, gli stessi saranno automaticamente cancellati ovvero resi anonimi in modo permanente e la nostra Società potrà chiederLe di rinnovare, anticipatamente a tale revoca, il consenso al trattamento.

Come potrà esercitare i suoi diritti?

Potrà rivolgersi per e-mail agli indirizzi email privacy o email privacy, per verificare i Suoi dati e farli integrare, aggiornare o rettificare e/o per esercitare gli altri diritti previsti dall'art. 7 del Codice e quelli previsti dagli artt. da 15 a 22 del Regolamento.
In qualsiasi momento dall'adesione al servizio, Lei potrà interrompere gli invii delle stesse utilizzando l'apposita funzionalità, presente in ogni comunicazione e-mail.
Da quel momento in poi, non riceverà tale tipologia di comunicazioni a meno che non si proceda volontariamente ad una nuova iscrizione.
Per ogni ulteriore informazione in merito al trattamento dei Suoi dati la invitiamo a consultare l'informativa completa presente nel nostro sito.